Foto di Luigi Bianchi

martedì 12 giugno 2012

Sporting 0 - Crova 2...CAMPIONI!!!

DAGLI ALBORI AL TRIONFO, STORIA DI UNA PASSIONE

Il capitano aveva gli occhi spensierati di un ragazzo poco più che ventenne quando iniziò la sua avventura. Pensava che si trattasse solo di uno svago, puro divertimento...oggi sappiamo che era molto di più.

Gli occhi del capitano ne hanno viste tante, nel bene e nel male, mentre negli anni prendeva forma un sogno che va al di la del calcio.
Il capitano ha avuto occhi sfiniti, dopo partite che sembravano lotte interminabili, nelle quali mai ha lesinato il massimo dell'impegno. E' l'insegnamento del campo che ti porti dietro nella vita: lottare con tutto te stesso per raggiungere i tuoi traguardi.
Il capitano ha avuto occhi pieni di gioia, dopo un gol strepitoso in casa, nel derby.
Con quegli occhi il capitano ha visto aggiungersi al gruppo persone speciali, amici, fratelli di emozioni, che in nessun altro posto, meglio che a Crova, avrebbero potuto vivere sensazioni indescrivibili.
Insieme a loro e insieme a dirigenti magnifici, il capitano ha visto da vicino il sogno, appena 12 mesi fa.
Quella sera, il capitano aveva gli occhi lucidi, bagnati dalla pioggia e dalle lacrime di una delusione inattesa, di un sogno che gli aveva girato le spalle sul più bello.
Ma il capitano ha rialzato lo sguardo, e nei suoi occhi è aumentata la voglia e la tenacia di andare a riprendersi quello che la pioggia aveva portato via.
Gli occhi del capitano sono cresciuti, sono diventati occhi di uomo, che, ovunque guardino, trovano alleati nella ricorsa al sogno.
Il capitano aveva occhi fiduciosi, giovedì sera nella rifinitura prima della finale. Fiduciosi perchè, tra uno schema e un "mai banale" per stemperare la tensione, vedevano che lo spirito era quello giusto.
Il capitano aveva occhi profondi e carichi di tensione, prima della partita al Piola; sapeva che l'occasione era di quelle che non vanno lasciate scappare.
Il capitano aveva gli occhi compiaciuti al momento della sostituzione, consapevole di aver dato il massimo e aver lottato come sempre per contribuire al doppio vantaggio Zibelli/Biundo che metteva in cassaforte la realizzazione del sogno.
Il capitano aveva gli occhi divertiti, nel vedere il rituale del taglio del codino dell'amico Gabry...

Adesso il capitano ha nuovamente gli occhi lucidi, ma stavolta pioggia e delusione non centrano nulla.
Stavolta i suoi occhi brillano, perchè sanno che tra lui e il sogno nulla si può più mettere di traverso.

40 PASSI
Ha gli occhi fieri del condottiero che guarda il trofeo e sa che è lì che aspetta proprio lui. Allora il capitano percorre i 40 passi che dividono il gruppo festoso dal tavolo delle premiazioni con il passo deciso ma calmo, di chi vuole godersi a pieno la passerella del trionfo.

Forse non se ne sarà accorto, ma in quei 40 passi il capitano non era solo.
Con lui, in quei 40 passi, c'eravamo tutti noi, compagni, o meglio AMICI, che insieme abbiamo condiviso gioie e difficoltà, sul campo e fuori.
Con lui, in quei 40 passi, c'era un mister che più che un tecnico è sempre stato un fratello maggiore.
Con lui, in quei 40 passi, c'erano dirigenti di una società sportiva, che sempre hanno messo la genuinità ed i valori umani di educazione, correttezza, lealtà e passione davanti alla brama di successo.
Con lui, in quei 40 passi, c'erano tante persone che hanno sempre seguito questa squadra con un legame affettivo che non si da a nessuna squadra di serie A.

E adesso, in questo mondo in cui c'è bisogno di simboli, il capitano è arrivato ad alzare una coppa che ci incorona Campioni...

La alza alta il capitano, e con lui la alziamo tutti noi, che a conti fatti campioni nell'anima lo eravamo anche prima, ma adesso (finalmente) anche con un simbolo di latta in più!!!

GRAZIE CROVA...GRAZIE CAMPIONI!

5 commenti:

  1. ciao sono le 7 del mattino e.... hai gia avuto la capacita di farmi piangere ma nn sl io ho pianto!!! grazie grazie Dany e...... grazie a tt voi ragazzi x averci fatto questo grande REGALO

    RispondiElimina
  2. Mai parole furono più azzeccate! Sono felice per voi ragazzi, ve lo meritavate!

    RispondiElimina
  3. questo vittoria e tt vostra ve la meritate grazie ragazzi per averci regalato emozioni cosi forti il CROVA SI TIFA E SI AMA sempre!!! SARO SEMPRE CON VOI

    RispondiElimina
  4. Sono orgoglioso di aver toccato i vostri sentimenti con questo articolo, in cui ho parlato del capitano immaginando di raccontare la storia di tutti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vi chiedo,però, di firmarvi...
      Grazie,Dani

      Elimina